La Guida per la Landing Page Perfetta nel 2019: dallo sviluppo all’ottimizzazione dei tassi di conversione!

A volte per guadagnare bene e raggiungere conversioni esplosive tutto ciò che serve è una Landing Page perfetta!

Volete una prova?

Dei marketers hanno generato un milione di dollari per Moz con una sola Landing Page, una CTA (call to action) invitante e alcune e-mail.

1_MOZ

Anche se non generi questa quantità di fatturato grazie al web, una Landing Page ad alta conversione può essere la base di un business online di successo.

Quindi dopo aver parlato di web marketing, di funnel marketing e di lead generation, in questa guida, analizzerò gli elementi delle Landing Page e mostrerò come creare Landing Page con ottimi tassi di conversione!

Ecco quindi gli argomenti che affronterò:

  •  Cosa sono e come funzionano le Landing Page
  •  Fare ricerche di mercato
  •  Progettare una Landing Page
  •  Teoria psicologica del colore
  •  Come aumentare il tasso di conversione di una Landing Page

Partiamo!:)

Cosa sono e come funzionano le Landing Page

Cosa sono le Landing Page

Generalmente, i marketer investono molto tempo e risorse per portare del traffico sul loro sito web o blog, e sperano che questi visitatori inizino il primo step del processo del funnel (lasciando la loro email o contatto e diventando quindi una conversione). In molti casi però un articolo di blog o una pagina generica di un sito web non riescono ad attirare in maniera efficace i visitatori, e soprattutto non riescono a descrivere in maniera chiara quale sia l’azione che ti aspetti che l’utente faccia e di conseguenza convertirlo… conclusione? Si buttano via soldi e tempo!

Ecco perché le Landing Page sono così importanti e la progettazione di una Landing Page efficace richiede molto più che po’ di grafica, un titolo, del testo e un bottone (CTA).

Partiamo con i fondamentali:

Cos’è una Landing Page?

Possiamo definire Landing Page qualsiasi pagina web in cui si inviano i visitatori, con l’obiettivo primario di avviare una conversazione e chiudere un accordo.

Le Landing Page efficaci sono spesso pagine Web singole o stand-alone con un unico tema comunicativo ed un invito all’azione (call to action) indirizzato al pubblico target. Molte volte il tutto è supportato da un Lead Magnet, ovvero un incentivo che ti stimoli a completare l’azione.

La Landing Page deve assolutamente essere un’esperienza positiva per l’utente, se si vuole ottenere un tasso di conversione elevato una volta che gli viene mandata un’email.

Secondo The Landing Page Course , “Le Landing Page sono indipendenti rispetto al tuo sito web e sono progettate per ricevere solo il traffico della campagna. Questa separazione consente loro di focalizzarsi su un singolo obiettivo e rende l’analisi, il reporting e il test un compito più semplice.”

Puoi utilizzare una Landing Page praticamente per qualsiasi scopo: acquisire indirizzi email, vendere un prodotto, invitare persone a una conferenza o ad un webinar, fare un annuncio o offrire uno sconto… la scelta è tua.

Però ricorda che questo scopo deve essere chiaro e collegato ad una call to action appropriata.

Un esempio? Ecco una delle nostre Landing Page:

LP Migliori Studi Medici

Perché hai bisogno di una Landing Page?

Secondo Hubspot, il 48% dei marketer crea una nuova Landing Page per ogni campagna.

Ogni azienda online ha una ragione specifica per cui ha bisogno di una Landing Page, ma potremmo dire che avere una Landing Page è necessario per raggiungere un obiettivo particolare, che sia awareness per il tuo nuovo brand, o la crescita della tua mailing list o la vendita di un prodotto online. Il suo scopo principale è quello di facilitare il processo di scelta dell’utente di fare un’azione.

Alcuni tra i principali vantaggi che puoi ottenere utilizzando Landing Page specifiche per le tue campagne di marketing sono:

1. Incentivare una prima impressione positiva: Conversion XL ha fatto una ricerca per analizzare quanto tempo ci mette l’utente a capire di cosa parla una pagina web, e quindi a farsi una “prima impressione”. Cos’è emerso da questo studio? Grazie al tracciamento oculare, è stato evidenziato che occorrono 2,6 secondi affinché gli occhi dell’utente si posino sull’area di un sito web che influenzerà maggiormente la sua prima impressione. In realtà, quel tempo potrebbe essere ancora più breve. Ion Interactive afferma che le persone si fanno un’impressione di un sito web in appena 1/20 di secondo.

3_IMPRESSION

In altre parole, le persone non rimarranno a lungo sul tuo sito, quindi la prima impressione conta!

Le Landing Page possono sicuramente aiutarti ad attirare l’attenzione del tuo pubblico, tenerlo incollato alla pagina e soprattutto trasformarlo da lettore a potenziale cliente.

4_HelpScout

2. Utilizzare più immagini e video: lo sapevi che le immagini, i video e in generale la grafica possono attrarre i tuoi visitatori e persuaderli emotivamente ad agire? Questo perché il 40% delle persone risponde meglio alle informazioni visive che a del testo.
Questo aiuta a far vivere un’esperienza positiva all’utente. In una Landing Page puoi pensare di utilizzare più video e immagini rispetto a quanto fai normalmente nel tuo sito, poiché lo stile di questa non è necessario sia completamente identico a quello delle altre tue pagine web.

3. Aumentare il tasso di conversione: è sicuramente più facile acquisire indirizzi email da una Landing Page ben progettata dove l’unico suo obiettivo è far compilare il form di iscrizione piuttosto che da un blog o sito web.
Questo perché mentre il tuo blog può concentrarsi sia sul promuovere gli articoli più popolari, che nel raccogliere gli indirizzi email, che raccomandare prodotti affiliati, una Landing Page ha un solo scopo preciso.

Alcune Landing Page non hanno nemmeno il menù di navigazione, così da ridurre le distrazioni. Un esempio è la Landing Page di Jonathan Mead, fondatore di Paid To Exist.

5_PaidToexist

Se desideri creare una Landing Page ad alta conversione, hai diverse opzioni:

Landing Page solo testo: diversi marketer utilizzano landing page strutturate solamente con del testo. Non includono video o grafica di grandi dimensioni, solamente un paio di immagini per attivare la sezione del tuo cervello che elabora le informazioni visive.

Considerato che il tempo di caricamento della pagina influisce sulle classifiche di Google il vantaggio principale di una Landing Page testuale è la velocità di caricamento e quindi di conseguenza un’esperienza utente positiva.

Una Landing Page basata sul testo fornirà rapidamente ciò che promette il titolo. Ecco un esempio:

Only Text LP

Dopo il testo è consigliato inserire un pulsante o CTA (call to action) invece di un semplice link di testo così da renderlo molto ben visibile e attraente.

Call To Action

Landing Page Video: secondo eWeek, i fatturati delle piattaforme di video online sono previsti in crescita fino a raggiungere gli $ 800 milioni entro il 2019, considerando che YouTube, Vimeo, Twitch e altri siti di video stanno diventando sempre più popolari.

Come mostra una recente ricerca  di Word Stream, un terzo di tutte le attività online sono visualizzazioni di video.

I video sono un ottimo modo per aiutare le persone a capire i tuoi prodotti o servizi. Ecco perché dovresti prendere in considerazione l’aggiunta di video alla tua Landing Page. Molti internet marketer di successo lo stanno già facendo.

Indipendentemente dal tuo prodotto o servizio, aggiungendo un breve video che accompagna il potenziale cliente/cliente attraverso la tua offerta migliorerai le tue conversioni.

I vantaggi dell’utilizzo di video sulla tua Landing Page sono:

  1. Retention: un video di valore ispirerà le persone a rimanere più a lungo sulla tua pagina, riuscendo a comunicare meglio il tuo messaggio.
  2. Aumentare fiducia: i video danno vita e voce al tuo prodotto, aumentando la fiducia.
  3. Soddisfare le preferenze del cliente: Unbounce ha rilevato che molte persone preferiscono guardare un video di 5 minuti anziché leggere un articolo. Se dai alle persone quello che vogliono, la Landing Page convertirà meglio.

Avrai bisogno di una call to action molto invitante come parte del tuo video, per spingere l’utente all’azione!

Ricordati di avere un video breve sulla tua Landing Page, e ricco di informazioni utili! Le statistiche dicono che i visitatori da desktop tendono a guardare un video per meno di 5 minuti. Al contrario, i visitatori da iPad restano e guardano un video fino a 5 minuti.

Nota: a volte è possibile avere una Landing Page ibrida, nella quale vengono utilizzati più elementi.

Il testo della landing page deve essere lungo o corto?

Dipende dalla pagina. È abbastanza comune trovare Landing Page con testi molto lunghi quando si parla di internet marketing o coaching. È il formato ideale quando stai cercando di mostrare i vantaggi e i benefici dei tuoi prodotti o servizi.

D’altra parte, se lo scopo della tua Landing Page è solo quello di richiedere l’indirizzo email di qualcuno in cambio di un incentivo, sia il testo che la pagina è meglio siano brevi per migliorare l’esperienza dell’utente, far entrare più utenti nel processo di iscrizione, centralizzare la comunicazione e raccogliere più indirizzi possibile.

Un esempio tipico di una Landing Page corta è Quicksprout. Il loro tasso di conversione è di 67,2%, poiché chiedono ai visitatori solo l’URL del proprio sito.

Heat Map Quick Sprout

Comunque in genere è molto meglio testare, per lo stesso prodotto o servizio, sia testi lunghi che corti e prendere una decisione guardando poi i dati. Ci sono strumenti come Unbounce che vi permettono di creare diverse varianti della stessa Landing Page così da verificare in maniera analitica quali convertono meglio e quali peggio.

Conversion Verve ha fatto un A/B test su Landing Page con testi corti e la variante con testi lunghi. Nello studio, hanno scoperto che la versione corta produce grandi risultati quando c’è poco impegno richiesto da parte del cliente / visitatore e pochi rischi legati all’obiettivo di conversione (es. iscrizione newsletter).

Short Vs Long LP

D’altra parte, la copia lunga della Landing Page funziona bene quando l’offerta richiede un alto livello di commitment, un maggiore livello di impegno e un maggiore rischio percepito per l’obiettivo di conversione.

Short Vs Long LP

Per esempio, se cerchi di vendere un prodotto o un servizio da 2000€ dovrai fornire molti dettagli e motivazioni per convincere l’utente a compilare il modulo di iscrizione e spendere soldi per il tuo prodotto.

Condurre ricerche di mercato

Il processo di sviluppo di una Landing Page inizia con una ricerca di mercato approfondita: raccogliere informazioni fondamentali riguardo il proprio mercato di riferimento e sui potenziali clienti così da poter generare valore e riuscire ad offrire al visitatore un’esperienza eccezionale.

Non servono budget enormi per fare una buona ricerca di mercato, ecco di seguito alcuni strumenti gratuiti che potete utilizzare.

Ricerche di Mercato

Quanto è popolare l’argomento che vuoi promuovere? Un’informazione fondamentale da definire è se c’è interesse intorno all’argomento che vuoi promuovere. Supponiamo di voler pubblicare un articolo o uno strumento online per i project manager. Che tipo di richieste possiamo trovare online a riguardo? Ecco come possiamo analizzarlo.

Scopriamo l’interesse attorno ad un argomento

Step 1: visita Google Trends. Digita la tua parola chiave nella casella di ricerca. Fai clic sull’icona di ricerca.

Google Trends

Step  2: studia la tendenza degli anni passati.

Trend Project Manager 5 Years

Il grafico sopra mostra ricerche costanti del termine “project manager” negli ultimi 5 anni. Questo è un interessante punto di partenza della nostra analisi per decidere se costruire una landing page focalizzata su questo tema.

Il passaggio successivo è scoprire qualcosa in più su ciò che vogliono i tuoi potenziali clienti. Per creare una Landing Page che converta bene devi riuscire a capire in anticipo la mentalità che ha il potenziale cliente.

Pensare di utilizzare un modello predefinito come Landing Page può essere una buona soluzione. Prima di svilupparli sono state svolte diverse ricerche, il drag and drop aiuta la personalizzazione e la rende velocissima, e la struttura è fatta per ottimizzare il tasso di conversione.

Qual è la mentalità di un utente che visita una Landing Page?

Se hai già, o se inizierai, un’attività online è necessario concentrarsi sull’orientare l’intera attività intorno al cliente. La tua Landing Page deve far loro desiderare ciò che hai da offrire. Ma questa può essere una sfida non del tutto banale, come mostra ESPN :

Mentalità di un acquirente

Questa infografica ci mostra il processo in 5 fasi che compie un acquirente (di sesso maschile) prima e dopo l’acquisto di un prodotto o servizio:

Passo 1: Sensazione di bisogno di comprare qualcosa – questa è la fase decisionale. L’acquirente decide cosa comprare e in questa fase è guidato prevalentemente dalle emozioni. In altre parole, il consumatore potrebbe non aver necessariamente bisogno del prodotto, ma può pensare di comprarlo in maniera impulsiva grazie ad una UX efficace.

Passo 2: Ricerca e pianificazione – l’acquirente cerca di ottenere maggiori informazioni riguardo il tuo prodotto. Lo confronta con altri prodotti, legge le recensioni online e ricerca maggiori informazioni nei negozi.

Passaggio 3: Pronto per acquistare – dov’è possibile acquistare il prodotto? Una ricerca rivela che gli uomini vogliono vedere, sentire e toccare il prodotto. Dove si trova il negozio? È più conveniente comprarlo online o in negozio? Se parliamo di una piattaforma online quanto è facile la procedura di iscrizione?

Passaggio 4: Acquisto –  una volta risolto il problema del “dove comprarlo”, l’acquirente propenderà verso i prodotti con le migliori qualità e con l’offerta migliore. Se sei riuscito a convincerlo, concluderà l’ordine.

Passo 5: Post-acquisto – l’acquirente valuterà l’esperienza complessiva  che ha avuto durante l’acquisto. Gli articoli sono stati spediti in tempo e in buone condizioni? L’esperienza è stata arricchita in qualche maniera da un biglietto o un ringraziamento personale? Com’è stato il supporto clienti?

La tua Landing Page dovrà rispondere ad alcune di queste domande. Ci sono realtà esperte nel creare Landing Page che possono aiutarti a svilupparle per presentare il tuo servizio in maniera chiara e concisa.

Un altro modo per scoprire di più sui tuoi clienti è tramite i social media.

Ricerche di mercato attraverso le reti di social media: quando monitori i tuoi clienti sui social media, scopri come hanno parlato del tuo marchio e dove lo hanno fatto.

Social Media Research

Avere una conversazione con potenziali clienti o già clienti è uno dei modi migliori per farsi un’idea precisa della loro opinione sul tuo marchio e sul tuo mercato. Inoltre è il primo passo per dare una visione positiva del brand oltre ad arricchire l’esperienza utente fin dall’inizio.

In uno dei prossimi articoli scriverò come noi di Noonic abbiamo aiutato diversi brand a creare una community, così da interagire direttamente con il loro pubblico di riferimento ed arricchire la user experience.

Rispetto ai tradizionali metodi di ricerca di mercato, come si comportano i social media? Germin8 li ha messi a confronto facendo notare che è molto più probabile per un Brand ricevere feedback onesti sui social media rispetto che in delle interviste.

Ricerche mercato tradizionali vs ricerche mercato digitali

Ok, probabilmente ti chiederai quale piattaforma dovresti usare per iniziare a fare delle indagini di mercato sui social media? Tutto dipende da cosa stai cercando. Per esempio Facebook funziona bene per condividere link ai tuoi contenuti, webinar o lanciare un prodotto, al fine di creare buzz intorno ad esso.

Se il target del tuo prodotto o servizio sono i professionisti, la scelta migliore probabilmente è Linkedin. Puoi aggiungere direttamente le persone e mandargli un messaggio. Su Linkedin sono tutti ancora abbastanza disposti a rispondere alle tue domande!

Se il pubblico di riferimento è giovane, puoi utilizzare Instagram. Prova con dei quiz sulle stories sponsorizzate.

Puoi anche usare Quora per farti un’idea dell’opinione di un target preciso su determinati argomenti.

Come fare? Basta inserire la parola chiave (lead generation) nella casella di ricerca:

Quora

Poi fare clic su “Visualizza tutto”.

Quora

Vedrai tutte le risposte alle domande sulla lead generation. Questo può aiutarti a trovare una direzione e il giusto tone of voice per la tua Landing Page.

Come si fa a capire l’intenzione dietro le parole chiave?

Per chiudere questo capitolo riguardo le ricerche di mercato, vediamo come guardare oltre una determinata parola chiave e capire l’intento (scopo) che c’è dietro ognuna di esse e come ciò si riferisce al pubblico target.

Per scopo della parola chiave intendo cosa vogliono veramente gli utenti che la ricercano. Ovviamente è più facile conoscere l’intento di una parola chiave long-tail rispetto a una parola chiave precisa.

Utilizzando Google Keyword Planner, ho cercato “allenamento addominali” in inglese. Queste erano le parole chiave correlate e il loro volume di ricerca mensile medio:

Keyword planner abs

La prima keyword long tail (ab workouts for women) ha 14.800 ricerche medie mensili. La concorrenza è bassa, il che significa che pochissimi inserzionisti stanno biddando su quella parola.

Vediamo in che modo l’intento delle parole chiave dei risultati sopra riportati può aiutarti a identificare il prodotto migliore per la tua Landing Page:

  1.  Allenamento addominali per donne: colei che ricerca è probabilmente una donna che lavora e vuole migliorare i suoi addominali. Se c’è un contenuto che riguarda un allenamento generico per le donne non sarà rilevante per questo target, perché il suo obiettivo (intento) è solo migliorare gli addominali.
  2.  Come perdere grasso addominale: Qui, è ovvio che chi cerca è un principiante che vuole perdere peso. Sta quindi cercando una “guida passo passo” (o “come fare”) per ridurre il grasso sulla pancia.
  3.  Come avere gli addominali velocemente: con un video in cui si insegnano gli esercizi per gli addominali o con un tutorial passo passo sarà possibile convertire facilmente questi utenti, perché sono DISPERATI. Ogni volta che vedi la parola “veloce” prima o dopo di una parola chiave, sai che hai a che fare con un gruppo speciale di clienti speranzosi di raggiungere risultati durante la notte.

Ricordati però, soprattutto per quest’ultima categoria, di non utilizzare trucchi o false promesse per trasformare l’utente in un cliente. Sii onesto, offrire valore ai clienti premia sempre!

Come progettare la tua Landing Page

In questa sezione, esamineremo gli elementi che compongono una Landing Page perfetta: dalla definizione della call to action al processo di opt-in (iscrizione).

Landing Page Design

Nonostante saranno ormai dieci anni che si dice “content is king”, in questo caso specifico il design è fondamentale per generare interesse e influenzare il modo in cui il contenuto viene percepito.

Come mostra Unbounce ogni elemento della tua Landing Page è importante. Sei libero di innovare, ma ricordati di non tralasciare nessuno di questi elementi poiché sono essenziali per raggiungere un buon tasso di conversione. Se non hai idea da dove iniziare per creare una Landing Page, utilizzare un modello pre-costruito potrebbe essere una buona idea per non bruciare soldi.

Ecco una breve panoramica degli elementi chiave di una Landing Page:
1. Titolo: il titolo è l’elemento più importante della tua Landing Page. Rendilo accattivante e chiaro.

I blog che scrivono titoli accattivanti ottengono il maggior numero di condivisioni sui social media.

Social Media Share Graph

Funziona anche per le Landing Page. Per una Landing Page ad alta conversione, il titolo deve essere creativo, diretto, creare urgenza e risolvere un problema particolare.

Un esempio è Pop Up Domination.

Pop Up Domination

Sottotitolo: non sottovalutare mai l’importanza di un sottotitolo efficace. Top Left Design dice che il sottotitolo darà alle persone un motivo per leggere tutto il testo. Vale la pena utilizzare il sottotitolo per contestualizzare il titolo, che molte volte risulta aggressivo. Dai un’occhiata a questo esempio di Qualaroo:

Qualaroo

Supporto visivo (foto, video ecc.): Il cervello elabora le informazioni visive più velocemente del testo. Ecco perché è necessario aggiungere un focus visivo alla tua Landing Page: che sia una foto o un video.
Guarda questa landing page di OkDork:

Visual

Testimonianza cliente / Elenco clienti / certificazioni (opzionale): puoi anche aggiungere testimonianze di clienti alla tua Landing Page. Le testimonianze possono aumentare le vendite e le conversioni poiché trasmettono una “social proof”.
Le testimonianze creano fiducia nel tuo marchio personale, perché stai mostrando risultati concreti, ottenuti per persone reali. Sicuramente aiuterà a migliorare nel complesso l’esperienza.

Vantaggi principali: fare appello ai clienti e stimolarli ad agire, evidenziare i principali vantaggi del tuo prodotto / servizio sulla tua Landing Page. Derek Halpern, fondatore di Social Triggers, fa questo nella sua home page, date un occhio:

Social Triggers

Call to Action: per convertire i visitatori in clienti è necessaria una call to action chiara e semplice. Potresti usare un link, ma utilizzare un bottone/pulsante soprattutto se colorato è preferibile poiché attira meglio l’attenzione.

Call To Action - Lead Generation

Strumenti di progettazione di Landing Page: esistono diversi strumenti che è possibile utilizzare per progettare e monitorare le conversioni di una Landing Page.

Alcuni degli strumenti principali per sviluppare Landing Page sono:

  1.  Unbounce: il nostro preferito! Si tratta di un configuratore online di Landing Page che puoi utilizzare per creare, ottimizzare ed eseguire A/B testing e creare exit-pop up.
  2.  OptinMonster: un ottimo strumento per inserire degli exit pop up che ti aiuterà a raccogliere e-mail.
  3.  Instapage: un’altra soluzione per creare landing page online ad un costo molto contenuto.

Una volta decisi gli strumenti per sviluppare la tua Landing Page, avrai una serie di punti da tenere in considerazione mentre la sviluppi.

L’interfaccia utente dev’essere semplice e chiara: affinché la Landing Page funzioni, assicurati che l’interfaccia utente sia chiara. Il focus dev’essere completamente sul visitatore, quindi ogni elemento della tua Landing Page dev’essere diretto all’utente finale.

Font puliti e leggibili:  Pew Internet afferma che la maggior parte degli acquisti online arriva da smartphone. Ricordati quindi di ottimizzare la tua Landing Page perché sia mobile friendly.

Puoi controllare come appare la tua Landing Page su diversi dispositivi mobili utilizzando la console di Chrome.

Console Responsive

Navigazione semplice e intuitiva: in genere non è consigliabile inserire il menù nelle Landing Page. Nel caso in cui volessi inserirlo fai in modo che sia semplice e user-friendly.

Modello AIDA: una delle pratiche più conosciute nel mondo del content marketing è il modello AIDA, ne parlavamo anche nel nostro articolo sul funnel marketing. AIDA è l’acronimo di: A wareness, I nterest, D esire e A ction.

AIDA

Utilizza questo concetto per guidare i tuoi potenziali clienti attraverso il tuo funnel di vendita per generare più contatti o acquisti sulla tua Landing Page.

1. Attenzione (Awareness): Si inizia con l’attirare l’attenzione del visitatore, l’obiettivo? Creare consapevolezza rispetto ad una particolare offerta. In questa fase giocano un ruolo fondamentale il titolo e il sottotitolo della Landing Page. Un esempio particolare è la Landing Page di Sugarcrm che utilizza la scritta in grassetto “CRM” sulla sua Landing Page per attirare l’attenzione del pubblico.

Esempio LP

2. Interesse: Riuscirai ad aumentare l’interesse per il tuo prodotto o servizio evidenziando i suoi principali vantaggi, funzionalità e unique selling points. Anche menzionare e linkare degli esperti che danno un parere positivo del vostro prodotto/servizio può aiutare a creare interesse.

3. Desiderio: dopo aver interessato i vostri potenziali clienti, in questa fase è tempo di coinvolgerli emotivamente per chiudere l’affare. Come? Prova ad utilizzare delle parole emozionali!  Le grandi aziende usano persone famose sui cartelloni pubblicitari per farti desiderare il loro prodotto.

AIDA
Ricordati che i prospect devono desiderare il tuo prodotto prima che lo acquistino. Prova ad utilizzare delle testimonianze, una garanzie di rimborso o inserisci la spedizione gratuita per incentivare il desiderio dei consumatori nei confronti del tuo prodotto.

4. Azione: dopo aver generato interesse e desiderio, dovrebbe bastare solo una piccola spinta per chiudere la vendita. In termini di Landing Page, ciò significa sollecitarli con una call to action efficace. Prova a dare una scadenza per l’offerta, con un count down per esempio o un numero di pezzi limitati, così da creare scarsità. Il tuo obiettivo è che gli utenti inizino in questa fase la procedura di iscrizione o di aggiunta al carrello. I periodi di prova gratuita (Free Trial) funzionano bene per il software.

Action

La psicologia dei colori

I colori giusti aiuteranno a migliorare le conversioni delle tue Landing Page. La psicologia del colore ci insegna che in una stanza dipinta completamente di giallo ti sentirai ansioso, invece in una stanza blu ti sentirai in pace. La psicologia del colore funziona anche online, come dimostra il grafico di Logo Company su come i colori influenzano le decisioni di acquisto:

Teoria Dei Colori

In uno studio di ricerca intitolato ” The Impact of Color on Marketing“, i ricercatori hanno scoperto che fino al 90% delle decisioni dei consumatori su determinati prodotti si basano sul colore.

Ecco una serie di punti chiave su cui riflettere.

Colore di sfondo: se scegliete il colore di sfondo sbagliato per la vostra Landing Page, sicuramente vedrete un calo notevole nel tasso di conversione.

Quando si utilizza una tinta unita sullo sfondo della Landing Page, assicurarti che non interferisca con la capacità di lettura del testo. Se scegliete un colore intenso fai in modo che il testo sia in netto contrasto.

Come puoi vedere qui sotto la Landing Page di Mind Tools ha molti elementi, il colore viene utilizzato per farti focalizzare l’attenzione sul testo e sulle caselle con gli strumenti.

Mind Tools LP Old

Milani Cosmetics utilizza uno sfondo nero e un testo chiaro, fondendo efficacemente il colore del testo con l’immagine.

Rosa LP

Ricordati comunque che molte volte la soluzione più efficace è optare per un design minimalista con uno sfondo semplicemente bianco.

Link Color: Non c’è un colore specifico che vi farà aumentare i click sui vostri link.

Come abbiamo già visto utilizzare dei semplici link in una Landing Page, in particolare quando vuoi raggiungere un obiettivo speciale (come raccogliere indirizzi email o aggiungere un prodotto sul carrello) non è una buona pratica.

Ma se vuoi inserire nella tua pagina un semplice link inizia utilizzando il colore standard, quindi il blu.

Nota: Non sentirti vincolato per quanto riguarda l’utilizzo dei colori dei link, sentiti libero di essere creativo, se nelle tue pagine convertono i link rossi o verdi utilizzali, ma monitora sempre i numeri.

Colori delle CTA: Sicuramente il colore delle CTA incide direttamente sulle conversioni, e può ispirare o meno le persone a cliccare. Ci sono diverse ricerche approfondite sul modo migliore per posizionare, scrivere e utilizzare inviti all’azione.

Vi rimando a questo studio di Conversion XL, per capire quale colore converte il meglio.

Uno spunto interessante è l’analisi delle conversioni tra una CTA rossa e una verde in un A/B test sulla stessa Landing Page. Un piccolo spoiler? Le conversioni sono aumentate del 34% cambiando colore del pulsante in rosso.

Red CTA vs Green CTA

Nella scelta dei colori per le CTA, considera cosa rappresenta ciascun colore e in che modo i consumatori li percepiranno.

Ad esempio, il colore rosa è simbolo dell’amore. Le aziende usano spesso questo colore per colpire le donne, in quanto è considerato più femminile. L’arancione irradia calore e felicità.

Il blu è il colore della fiducia e della pace. Per esempio se vendi articoli digitali, come ebook, software, plugin o temi, il blu molto probabilmente contribuirà a creare fiducia e lealtà tra i clienti.

Blu CTA

Diversi servizi di pagamento online usano il blu per le loro CTA, poiché desiderano offrire agli utenti finali (clienti) la tranquillità per migliorare l’esperienza dell’utente e aumentare le conversioni dei consumatori.

In conclusione non credere a nessuno che ti dice che un determinato colore è la scelta migliore per le tue CTA. Ricorda che ogni industria e campagna di marketing è diversa, quindi il consiglio migliore è quello di provare, misurare le conversioni e fare A/B Test per trovare il colore che converte meglio per le tue Landing Page.

Infine, ricordati sempre di chi visita i siti web da mobile. Tutte le Landing Page devono essere responsive e ottimizzate per questi utenti! Attenzione ad avere foto troppo pesanti, pagine troppo lente da caricare, CTA che si sovrappongono al prezzo o addirittura che non si vedono correttamente.

Mobile Friendly LP

Rendi le tue CTA ottimizzate per i dispositivi mobili. Funzionano molto bene le CTA “stick to bottom” nella visualizzazione da smartphone, quindi che seguono il tuo scroll della pagina e rimangono sempre visibili.

Come aumentare il tasso di conversione di una Landing Page

Con il giusto approccio, puoi aumentare il tasso di conversione delle tue Landing Page del 134% o anche di più!

Esistono alcuni semplici trucchi per ottimizzare il testo e le CTA per migliorare il tasso di conversione.

Usa il principio KISS: secondo la Princeton University , KISS sta per “Keep It Simple, Stupid.” L’ attenzione delle persone è breve, quindi la devi catturare rapidamente.

Jon Morrow usa il principio KISS nel suo corso di blogging per guest post. Utilizzando questo principio, è riuscito a generare oltre $ 100.000 / mese nel 2014.

KISS

Quindi come puoi applicare il principio KISS, quando sviluppi le tue landing page, e aumentare il tasso di conversione?

  1.  Usa un titolo audace e accattivante per spiegare i vantaggi che le persone possono ottenere con il tuo prodotto/servizio.
  2.  Elenca 3 – 5 vantaggi principali del tuo prodotto / servizio, con i punti elenco.
  3.  Aggiungi un elemento visivo sul lato sinistro della Landing Page.
  4.  Assicurati che la tua CTA sia integrata nel contesto.

Nota: puoi utilizzare sia le CTA che i link normali nella Landing Page. Funziona bene se li inserisci entrambi nella tua Landing Page come nella schermata sopra.

Quale stile deve avere la CTA per convertire meglio? Esistono numerose ricerche riguardo le CTA di successo. Vorrei condividere con te alcuni spunti.

Wedbuddy ha ottenuto un aumento del 73% delle registrazioni apportando alcune modifiche alla propria home page.

Hanno rimosso la parola “FREE” dal testo prima della CTA.

CRO

Successivamente, hanno personalizzato la CTA, cambiando il testo prestabilito (Start Your Free Trial) in “I want to try it out”.

Come risultato di questi aggiustamenti, hanno ottenuto più clic sul pulsante e aumentato le iscrizioni del 73%.

Lezione: modificare il testo delle CTA può aumentare il tasso di conversione. E la parola “gratis” nelle CTA non funziona per tutti i prodotti.

Vuoi altri trucchi per migliorare le conversioni delle tue Landing Page? Ne ho scritti 23, passo passo per raddoppiare il tasso di conversione delle tue pagine! Dacci un occhio!

VAI ALLA NOSTRA GUIDA ESCLUSIVA SU COME OTTIMIZZARE LE TUE CONVERSIONI CON 23 TRUCCHI!

Conclusioni

Sicuramente le Landing Page funzionano, e sono un elemento fondamentale per le vostre campagne di lead generation, ma le regole non sono scolpite nella pietra.

Come sempre ti consiglio di provare, misurare e modificare le tue pagine di conseguenza! Non aver paura di rivoluzionare il design, le CTA, i titoli per vedere quale funziona meglio rispetto al tuo mercato.

E tu, che strumenti usi per sviluppare le tue landing page?

Che tassi di conversione hai raggiunto?

Scrivilo qui sotto nei commenti!